luritar

Autotrasporto, non si paga il contributo di funzionamento

A cura dell’Ufficio Stampa
uff.stampa@confartigianatofc.it

Vittoria di Confartigianato Trasporti a favore delle imprese del settore. Ancora  una volta l’impegno, la tenacia dell’associazione ha consentito di ottenere il riconoscimento di istanze importanti per la categoria degli autotrasportatori. Il Tar Piemonte ha annullato la delibera dell’Autorità di Regolazione dei Trasporti (Art) relativa alla richiesta pagamento del contributo di funzionamento, per l’anno 2019.

.“A presentare ricorso – informa il presidente di Confartigianato Trasporti cesenate Luca Facciani –  era stata Confartigianato Trasporti insieme alle altre organizzazioni del settore, le cui argomentazioni sono state accolte in toto stabilendo che gli autotrasportatori non sono soggetti all’obbligo di pagamento del contributo di funzionamento per l’anno 2019. “Questa decisione – prosegue Facciani – si basa sul fatto che l’Art non ha mai esercitato le proprie competenze o le proprie attività istituzionali nel mercato in cui operano le imprese di autotrasporto. A tal riguardo il Tar evidenzia come le delibere dell’Autorità di Regolazione fanno riferimento al settore ferroviario e a quello autostradale e non riguardavano direttamente il trasporto merci su strada, pertanto gli autotrasportatori non risultavano mai destinatari di un’attività di regolazione, ma semmai beneficiari. Pertanto le imprese che avevano ricevuto la richiesta impropria dell’Autorità dei Trasporti possono continuare a non pagare tale contributo, come da indicazioni che erano state fornite”.

Nella foto il direttivo di Confartigianato Trasporti cesenate con al centro, terzo da sinistra, il presidente Luca Facciani

Via Ilaria Alpi, 49
47522 Cesena (FC)
Tel. +39 0547 642511
Fax +39 0547 642525
info@confartigianatofc.it
C.F. 81005530407
© 2019 – Tutti i diritti riservati

Privacy Policy e Note Legali
dpo@confartigianatofc.it

Credits: Starter

Chiedi informazioni