5 proposte, 5 anni per agire

Per un Paese a misura di piccole e medie imprese

Essere concreti, darsi obiettivi misurabili.
Come Confartigianato Cesena vogliamo dare il nostro contributo con un manifesto trasparente e chiaro. Che possa servire da promemoria e ispirazione.

Manifesto Confartigianato

Scarica il manifesto di Confartigianato Cesena per i candidati alle elezioni amministartive.

Leggi le interviste ai candidati Sindaco

Un territorio più favorevole al fare impresa

  • Semplificazione normativa e omogenizzazione territoriale dei regolamenti e delle politiche
    tariffarie
  • Estensione dello strumento della “diffida amministrativa” a tutti i tipi di “autorizzazione”
  • Favorire gli appalti a km 0, tramite il concreto utilizzo delle procedure “sotto soglia” e dei lotti
    funzionali autonomi
  • Lotta all’abusivismo e al lavoro nero
  • Contribuire alla riduzione della pressione fiscale sulle imprese

Investire nella sfida educativa per personale più qualificato

  • Patto territoriale specifico per i giovani, che abbia l’ambizione di fare da cabina di regia per le
    politiche giovanili
  • Ripensare l’alternanza scuola-lavoro passando dalla burocrazia degli adempimenti alla
    valutazione sull’investimento educativo
  • Manutenzione del progetto sull’Università in Romagna attraverso una valutazione effettiva dei
    legami con il territorio e della corrispondenza dell’offerta didattica con le dinamiche territoriali
  • Sostenere i programmi di istruzione, formazione e consulenza per imprenditori e lavoratori
    favorendo lo scambio delle best practice

Un modello di sviluppo più sostenibile e circolare

  • Integrazione pubblico-privato nello sviluppo di tecnologie per il presidio del territorio e la messa
    in sicurezza di abitazioni ed attività imprenditoriali da fenomeni di criminalità
  • Adozione di modalità di gestione del servizi rifiuti improntati all’equità attraverso il metodo della
    tariffa puntuale corrispettiva
  • Condivisione di una strategia pluriennale completa di obiettivi e strumenti concreti (fiscalità
    premianti, sostegno all’eco-innovazione) in grado di sostenere la transizione delle imprese ai
    principi dell’economia circolare
  • Politiche di rigenerazione delle aree urbane (a partire dai centri storici), volte a incentivare
    l’insediamento delle attività, aumentarne l’attrattività e favorirne l’accessibilità attraverso una
    mobilità sostenibile e soste più intelligenti

Contribuire allo sviluppo di un nuovo welfare di comunità

  • Creare reti di istituzioni pubbliche, fondazioni, associazioni datoriali, sindacati, soggetti del terzo
    settore e fornitori di servizi
  • Favorire esperienze di marketing sociale volte a creare nuove opportunità fra attività
    economiche, consumatori e organizzazioni sportive e di volontariato
  • Diffondere la cultura della responsabilità sociale d’impresa e il welfare aziendale come strumenti
    per aumentare il benessere dei lavoratori e la competitività aziendale e del territorio

Costruire un sistema territoriale omogeneo e protagonista della definizione di un Orizzonte Romagna

  • Definizione di un Masterplan di infrastrutture fisiche e digitali a livello romagnolo
  • Programma per favorire l’accesso all’innovazione delle piccole imprese ai centri universitari e
    della ricerca operanti sul territorio romagnolo
  • Patto per un welfare di seconda generazione in raccordo con l’area vasta della sanità
  • Definizione puntuale con obiettivi, metodi e tempi dell’assetto istituzionale romagnolo
  • Verifica sullo stato di salute delle Unioni tra Comuni e ridefinizione puntuale dei loro ruoli, funzioni e risultati