picone

Confartigianato Manifattura, Picone presidente: “Serve manodopera qualificata”

A cura dell’Ufficio Stampa
uff.stampa@confartigianatofc.it

Il cesenate Mario Picone, socio titolare dell’impresa Meccanica 2000, consigliere nazionale di Meccanica  e Subfornitura e presidente regionale di Meccanica e Subfornitura, è stato eletto presidente di Confartigianato Manifattura Cesena per il mandato 2019-2022. La categoria associa 350 imprese nel territorio comprensoriale.  Lo affiancano nel consiglio Marcello Grassi e il giovane imprenditore Matteo Brighi, ma la partecipazione ai lavori e agli incontri è aperta a tutte le imprese associate che vogliono adoperarsi per la tutela e la rappresentanza della categoria.

“La nostra categoria – afferma il nuovo presidente – è abituata a lavorare in squadra per conseguire una serie di risultati: elevare la conoscenza degli operatori sviluppando il più possibile la formazione come strumento per tutelare la professionalità e la competitività delle imprese del settore attraverso l’apprendimento di nuove tecnologie e incentivare le politiche di mercato attraverso contributi per le piccole e medie imprese per la partecipazione a fiere nazionali. La mission della nostra categoria è anche quella di implementare e trasmettere la cultura della trasformazione digitale a tutta la filiera, favorire la creazione di reti d’impresa, orientare le imprese all’internazionalizzazione“. “Il settore – prosegue Picone – in questi anni ha affrontato con piglio dinamico la crisi, si è innovato e specializzato ma ha bisogno per supportare la crescita di manodopera specializzata e quindi servono servono giovani con profili significativi”.

Nella foto da destra il consigliere Matteo Brighi, il nuovo presidente eletto Mario Picone, il consigliere Marcello Grassi e il coordinatore di categoria Gabriele Savoia.