Convention Trasporti 2019

Sos autotrasporto: fatturati in calo e pagamenti incerti

A cura dell’Ufficio Stampa
uff.stampa@confartigianatofc.it

Perdita di fatturato, tempi lunghi e incerti di pagamento, crisi di liquidità e prospettive incerte a causa della perdita di produttività del Paese. Alle emergenze strutturali si sono aggiunte quelle congiunturali per le imprese dell’autotrasporto cesenati colpite dalla crisi scaturita dal covid.

 

Se ne è parlato in una videoconferenza promossa da Confartigianato di Cesena, Forlì, Rimini e Ravenna a cui sono intervenuti imprenditori romagnoli del settore, fra cui anche il presidente Confartigianato Cesena Stefano Ruffilli, il presidente di Confartigianato Trasporti Cesena Luca Facciani e il responsabile sindacale Eugenio Battistini.

Il presidente nazionale di Confartigianato Trasporti ed Unatras Amedeo Genedani, e il segretario nazionale Sergio Lo Monte hanno tracciato il punto della situazione, evidenziando dapprima gli aspetti positivi. “I provvedimenti a favore del settore, varati da Ministero dei trasporti e Governo con la legge di Bilancio 2020 e i Decreti Cura Italia non sono provvedimenti scontati – rimarca il presidente cesenate Confartigianato Trasporti Luca Facciani -. Confartigianato li ha richiesti a gran forza e hanno prodotto per il 2020 la conferma delle risorse finanziarie di 240 milioni di euro per la tenuta delle imprese e gli investimenti per l’innovazione. Si aggiungono l’utilizzo degli ammortizzatori sociali per i dipendenti, le indennità di marzo e aprile per i titolari-soci d’impresa, il contributo a fondo perduto per imprese con diminuzioni di fatturato oltre il 33%, l’esclusione dall’Irap, l’aumento di 20 milioni di euro per gli sconti sui pedaggi autostradali. Ma i risultati nelle manovre operate dal Governo non si dimostrano ancora all’altezza delle aspettative e dell’importanza del settore”.

“Agli annosi problemi di competitività, originati dalla distorsione della concorrenza operata dai vettori esteri e dal rapporto dominante della committenza che impone prestazioni sottocosto o servizi non pagati come le lunghe attese per carichi e scarichi – aggiunge il presidente Facciani  – si aggiungono perdite di fatturato, allungamenti dei tempi di pagamento e pesanti crisi di liquidità. Dai decreti Rilancio e Semplificazioni gli autotrasportatori attendono interventi attesi da lungo tempo: la ripubblicazione dei costi minimi di riferimento del settore, per evitare tariffe di prestazione sottocosto e sfruttamento dei vettori, il rafforzamento della legge sui tempi di pagamento per garantire liquidità alle imprese, l’allargamento delle revisioni degli autoveicoli di trasporto ai centri di revisione privati e controlli più incisivi sul cabotaggio abusivo dei vettori esteri. Le risorse promesse devono inoltre garantire la deduzione delle spese non documentate dei titolari padroncini, e gli investimenti per il rinnovo dei veicoli inquinanti, con nuovi mezzi ecologici, per affrontare ad armi pari la sfida competitiva con le imprese europee”.

Nella foto la Convention di Confartigianato Trasporti nel 2019, prima del covid, con il presidente nazionale Genedani e i vertici di Confartigianato Trasporti cesenate

 

Via Ilaria Alpi, 49
47522 Cesena (FC)
Tel. +39 0547 642511
Fax +39 0547 642525
info@confartigianatofc.it
C.F. 81005530407
© 2019 – Tutti i diritti riservati

Privacy Policy e Note Legali
dpo@confartigianatofc.it

Credits: Starter

Chiedi informazioni