pezzi_unici_b

Pezzi unici, artigiani protagonisti nella fiction su Rai1

A cura dell’Ufficio Stampa
uff.stampa@confartigianatofc.it

Si è da poco concluso Bottega Scuola nel territorio cesenate di cui Confartigianato è stata tra i promotori,  con i giovani tirocinanti accolti per apprendere il mestiere nelle imprese dei maestri artigiani. Lo stesso tema, quello dell’artigianato come percorso per la realizzazione professionale di sé, è al centro della fiction “Pezzi Unici” in prima serata su Rai 1. Pezzi unici: un altro modo, splendido, per definire il valore della artigenialità, che è stata  al centro del nostro Confartigianato day sulla scia di Leonardo Da Vinci, tenutosi in giugno al teatro comunale di Cesenatico. Una grande operazione culturale, prima ancora che cinematografica, quella stessa che vede Confartigianato impegnata  per affermare il valore artigiano.

La prima di sei puntate è andata in onda domenica sera. La serie televisiva è diretta da CinziaTorrini e interpretata da attori del calibro di Sergio Castellitto e Giorgio Panariello ed è stata realizzata in collaborazione con Confartigianato Firenze. ‘Pezzi Unici’ è un omaggio all’artigianato fiorentino, e più estesamente a questo meraviglioso mestiere dovunque esso venga svolto, ai suoi valori e alla sua bellezza: la trama è quella di un thriller, ma è anche una storia di riscatto, di seconda occasione, grazie al lavoro artigiano che apre un nuovo futuro ai giovani. Una grande occasione di visibilità per l’artigianato italiano resa possibile grazie all’impegno di Confartigianato Firenze e ai quasi cento imprenditori associati che hanno partecipato alla realizzazione della fiction. Sono stati proprio Cinzia Torrini, Sergio Castellitto e Giorgio Panariello a dichiarare il loro amore per gli artigiani e i valori che rappresentano. Per la regista, infatti, la fiction è la realizzazione di una promessa fatta ad un artigiano di Firenze. Per Castellitto “se non c’è spazio per l’artigianato non c’è spazio per l’economia italiana. Il fondamento della nostra economia è il manufatto, se perdiamo quello non siamo più niente”. E Panariello, nel ricordare con orgoglio di essere nipote di artigiani, ha sottolineato “l’importanza dell’artigianato e quanto la fiction può essere utile per farlo conoscere e far capire alle nuove generazioni che può essere il loro futuro”.  Confartigianato ha profuso molto impegno in questo progetto perché attraverso la fiction ai giovani viene mostrata. nel senso letterale, una strada per il loro avvenire di lavoro. “Con questa produzione televisiva – afferma il segretario Confartigianato Cesare  Fumagalli – entrano nelle case degli italiani quegli imprenditori tanto famosi nel mondo ma forse poco noti ai nostri ai nostri ragazzi. Con ‘Pezzi unici’ le imprese a valore artigiano diventano lo straordinario, possibile futuro dell’Italia e dell’Europa”.