IMG_2459

E45, Confartigianato Trasporti: “Viadotto Puleto, fatta chiarezza sulle trenta tonnellate”

A cura dell’Ufficio Stampa
uff.stampa@confartigianatofc.it

E45: la nuova ordinanza di Anas ha chiarito, modificando la precedente, le modalità del divieto di transito sul viadotto Puleto. Grazie all’intervento di Confartigianato Trasporti nelle sedi istituzionali opportune, è stato rimarcato in modo incontrovertibile che il divieto di transito riguarda i mezzi con massa superiore a 30 tonnellate, e non come era segnalato nella precedente ordinanza, i mezzi con massa complessiva a pieno carico superiore a 30 tonnellate.

“A questo punto – rimarcano il presidente di Confartigianato Trasporti Luca Facciani  e il responsabile sindacale di categoria Eugenio Battistini  – anche per gli organi di controllo dovrebbe essere definitivamente chiarito che si fa riferimento al peso effettivo durante il transito. Peccato solo che in questo Paese, si debbano sudare le proverbiali sette camicie, per veder riconosciuta equità e giustizia. L’obiettivo di Confartigianato Trasporti rimane comunque quello di ottenere la indispensabile riapertura totale dell’E45, nei tempi più rapidi possibili, tenuto conto che la chiusura di oltre sei mesi, ha portato allo stremo numerose imprese di autotrasporto della nostra vallata del Savio”. “L’auspicio, inoltre – proseguono Facciani e Battistini – è  che i fondi messi a disposizione del Ministero del Lavoro, possano comprende soluzioni d’indennizzo anche per le imprese di autotrasporto che non hanno dovuto sospendere l’attività, ma che a causa dei maggiori tragitti di trasporto, hanno sostenuto maggiori costi d’esercizio. A questo proposito, la Regione Emilia Romagna sta lavorando per definire il bando, e Confartigianato trasporti richiede massima attenzione per le imprese di autotrasporto del nostro territorio. Confartigianato Trasporti è sul pezzo, continua a tutelare le imprese dando piena voce alle loro legittime, ineludibili richieste”.

Nella foto il presidente di Confartigianato Trasporti cesenate Luca Facciani, terzo da sinistra, con i membri del direttivo e il responsabile Eugenio Battistini.