Nuovo Codice sulla Crisi d'Impresa

Cosa cambia per l'imprenditore

Il Nuovo Codice della Crisi e dell’Insolvenza, entrato in vigore quest’anno, riforma in modo determinante la gestione del fallimento, con importanti risvolti per le Piccole e Medie Imprese.
Alcuni punti della riforma sono già entrati in vigore da ora, mentre altri saranno resi effettivi a partire da agosto 2020.

L’obiettivo principale della riforma è quello di anticipare eventuali situazioni di rischio, attraverso specifici strumenti, per una più rapida diagnosi della difficoltà delle imprese e salvaguardare la capacità imprenditoriale.

Cosa cambia per le imprese?
Il cambiamento maggiore è che le imprese, d’ora in avanti, dovranno dotarsi di sistemi informativi in grado di rilevare i segnali più evocativi di una crisi.
Questi strumenti dovranno controllare e monitorare, ad esempio, i flussi di cassa e il budget dell’impresa, e permettere di stabilire i piani e le strategie per riportare l’azienda in equilibrio economico, patrimoniale o finanziario.

Cesena

mercoledì

04

dicembre

Savignano sul Rubicone

lunedì

09

dicembre

Sarsina

giovedì

12

dicembre​

Per far conoscere le novità della riforma e offrire soluzioni concrete su come rapportarsi a quella che è già stata definita da molti come la riforma “epocale” del diritto fallimentare, Confartigianato Cesena organizza tre seminari informativi:

  • Mercoledì 4 dicembre alle ore 18.00, presso la sede di Cesena, Via Ilaria Alpi 49
  • Lunedì 9 dicembre alle ore 20.30 presso la sede di Savignano sul Rubicone, Via Damiano Chiesa 2
  • Giovedì 12 dicembre alle ore 20.30 presso il Centro Culturale di Sarsina, Via Roma 24

Iscriviti al seminario gratuito compilando questo modulo.