BERLIN, GERMANY - SEPTEMBER 03:  Instructor Bjoern Weiss (R) explains the gear sorting line to new trainees at a Siemens training center on September 3, 2012 in Berlin, Germany. Nearly 400 trainees began their apprenticeship training programs today at an in-house educational facility at the Siemens factory in Berlin.  (Photo by Adam Berry/Getty Images)

Apprendistato nell’artigianato, crescono le assunzioni dei giovani

A cura dell’Ufficio Stampa
uff.stampa@confartigianatofc.it

In che modalità avviene l’ingresso dei giovani nel mondo del lavoro? La domanda è di estrema attualità e l’apprendistato continua a giocare un importante ruolo di sostegno per l’occupazione dei giovani e continua a mantenere un trend positivo nel corso del 2018 e nei primi mesi del 2019, anche nel territorio cesenate. Confartigianato chiede da anni di favorire questa forma di ingresso nel mondo del lavoro.

 

“L’analisi dei dati sui flussi del mercato del lavoro nel settore privato – rimarca il Gruppo di Presidenza Confartiginaato Cesena – mostrao che negli ultimi 12 mesi, che vanno da aprile 2018 a marzo 2019, le nuove assunzioni in apprendistato di giovani under 30 sono in Italia oltre trecentomila: attraverso questo importante canale entrano nel mondo del lavoro 1.225 giovani per ogni giorno lavorativo. Le assunzioni degli apprendisti nel 2018 superano del 7,3% nuove assunzioni a tempo indeterminato. Nel 2018 le assunzioni di giovani apprendisti salgono dell’11,2% su base annua e superano del 7,1% le nuove assunzioni a tempo indeterminato, che registrano una salita del 13,4% nell’ultimo anno. Gli ultimi dati disponibili per le assunzioni dei giovani under 30 relativi al I trimestre del 2019 mostrano una maggior dinamicità per l’apprendistato che cresce del 3,7% su base annua, di 1,1 punti percentuali in più rispetto alla crescita del 2,6% degli ingressi a tempo indeterminato”. L’analisi del saldo tra assunzioni e cessazioni degli under 30 nel 2018 evidenzia i segnali di un recupero per il tempo indeterminato, con un ritorno in territorio positivo (+4.939 unità) mentre l’apprendistato consolida la performance positiva del 2017 con un saldo positivo per 141.725 unità. Nel 2018 i giovani vengono soprattutto assunti con contratto a termine (41,8%); seguono le altre tipologie di contratto con il 37,3%, che risulta dalla composizione di un 17,9% di somministrazione, 10,6% intermittente e 8,8% di stagionale; l’apprendistato rappresenta un nuovo rapporto attivato su dieci (10,8%) per giovani under 30 e supera la quota del 10,1% del lavoro a tempo indeterminato che risulta quindi la tipologia di assunzione non stagionale meno diffusa tra i giovani.